Suro

Suro

Il Suro ( Trachurus Trachurus), detto anche Sugarello,Sugherello o Sauro, è un pesce d’acqua salata della famiglia dei Carangidi. Diffuso nell’Oceano Atlantico, nel mar Mediterraneo e nel mare del Nord, vive prevalentemente in acque costiere, dove si aggrega in colonie di grandi dimensioni.
Descrizione scientifica: Trachurus Trachurus

Caratteristiche fisiche
La lunghezza di questo pesce si aggira di solito intorno ai 30-40 cm. Di colore verde-argento o blu-argento, ha una linea laterale molto marcata ed una macchia nera vicino all’opercolo. L’occhio è grande, la mandibola prominente; le pinne dorsali sono di colore grigio, mentre quelle pettorali e quelle ventrali sono di colore verdastro.

Habitat
Il Suro è molto comune in alcuni mari, come il Mediterraneo. Vive in prossimità delle coste, dove forma grandi banchi ad una profondità che può raggiungere i cinquecento metri. Predatore vorace e spietato, si nutre di piccoli pesci e di crostacei; dai predatori, gli esemplari più giovani si difendono riparandosi sotto il “cappello” delle meduse più grandi, al cui veleno sono immuni. La riproduzione può avvenire in qualsiasi momento dell’anno. Il sistema più comune per pescare questa specie è rappresentato dalle reti “da circuizione”: la pesca avviene nelle ore notturne, di solito alla luce delle lampare, che è molto utile per attirarli. Si pesca tutto l’anno, ma il momento più propizio è senza dubbio l’estate.

Proprietà nutritive
Ha pochissimi grassi: solo 2 grammi per un etto di prodotto. Per questo motivo, il Suro è ideale in tutti i tipi di dieta e per qualsiasi esigenza di carattere nutrizionale. Ricchissimo di proteine ed acidi grassi omega 3, questo pesce è un vero toccasana per proteggere l’organismo da patologie cardiovascolari, colesterolo e trigliceridi. Molto elevato, inoltre, è il suo contenuto di fosforo: ben 224 mg per 100 gr di prodotto. L’apporto calorico, invece, ammonta a 97 kcal per 100 gr.

Ricette di cucina
La freschezza è il suo requisito più importante: l’odore deve essere gradevole, le carni rigide ed i colori ancora sgargianti. Sembra che gli esemplari più grandi abbiano carni più gustose rispetto a quelli di piccole dimensioni. Va spinato con molta attenzione.
Il Suro si presta a molte squisite preparazioni, dal semplice “bollito” alla cottura in forno, al vapore o alla griglia. E’ un ingrediente base di diverse ricette della cucina siciliana: la città di Catania, per esempio, è famosa per i caratteristici “sauri con l’agliata”, ricetta tipica nella quale il suro viene fritto e poi immerso in una salsa marinata preparata con aglio e aceto. Alcune ricette prevedono la preparazione di un condimento a base di pomodori e cipollata, da versare sui pesci impanati e fritti; altre suggeriscono di preparare il suro “al cartoccio”, insaporendolo con vari tipi di spezie profumate, come chiodi di garofano, pepe, zenzero, ginepro e noce moscata.

  • Related Posts:

  • Come e dove acquistarlo?